//cdn.iubenda.com/cookie_solution/safemode/iubenda_cs.js Sicurezza in casa: gli anziani le vittime preferite dai ladri

Sicurezza in casa: sempre più anziani vittime dei ladri

 In Blog

Sicurezza in casa: gli anziani tra i soggetti che la percepiscono meno

L’allarme è quello lanciato dall’Associazione Nazionale Anziani e Pensionati di Confartigianato (ANAP) nel corso del Convegno Internazionale su Truffe e Abusi agli Anziani, tenuto lo scorso aprile, ed organizzato in collaborazione con la Federazione Internazionale Associazioni Anziani (FIAPA). Il dato preoccupante è quel 42% di soggetti della terza età che, solo nell’ultimo triennio, avrebbe subito un tentativo di reato, assistendo inevitabilmente al decremento del proprio senso di sicurezza in casa e fuori dalle pareti domestiche.

Se, come già abbiamo evidenziato in uno dei precedenti articoli del nostro blog, con l’aumento dei furti in appartamento, negli ultimi dieci anni, è cresciuta anche la percentuale di italiani che si sente sempre meno sicura nella propria zona di residenza e abitazione, il dato è ancora più preoccupante se si guarda alla fascia “debole” della popolazione: le persone anziane.

Nel 2015 è cresciuto il numero di famiglie italiane che si sente sempre meno al sicuro (41% degli intervistati) in casa propria. Di fronte a questa percentuale, ben il 56,8% degli over 65 residenti nel Bel Paese che ha preso parte allo studio non si sente tranquillo entro i confini domestici e una volta fuori. Percezione che ben si spiega se si guarda alle pagine di cronaca nazionali e alle denunce segnalate alle forze dell’ordine per furti tentati o messi a segno a danno delle persone più anziane.

Anziani sempre più colpiti da furti, truffe e raggiri

Non è senz’altro una novità: fragili, indifesi e spesso soli, gli anziani sono di frequente presi di mira da malintenzionati più o meno esperti e restano tra le vittime principali di furti, truffe e raggiri di ogni tipo.

Del resto, i dati parlano chiaro: l’84,7% degli scippi perpetrati a loro danno può dirsi riuscito, così come l’83,9% dei furti messi a segno fuori casa e l’81% di quelli effettuati in abitazione o in azienda. Rilevanti, per quanto più contenute, anche le percentuali di riuscita per i reati commessi nei pressi di banche, uffici postali e negozi vari (48,6%), per l’attivazione di servizi telefonici non richiesti (42,1%) e le frodi online (40,7%).

Nello specifico, nella maggior parte dei casi (15,8%) sempre più anziani sono vittime di falsi incaricati di aziende X che si presentano alla porta di casa con finti pretesti. A seguire, tra i reati di maggiore appeal tra i soggetti più adulti: il furto in casa nell’accezione classica o sul luogo di lavoro (12,1%), lo scippo (8,4%), l’attivazione di servizi telefonici non richiesti (7,9%), raggiri al di fuori delle mura domestice (6%) e frodi online (2%).

Inutile dire che per aumentare la percezione della sicurezza in casa e fuori dalla mura domestiche da parte di anziani e non è necessario prendere tutte le precauzioni necessarie di cui abbiamo parlato nell’articolo Trappole per ladri: come difendersi dai topi d’appartamento. Per un senso di maggiore protezione si può, invece, ricorrere ai servizi messi a disposizione dai professionisti del settore. Visita il sito www.taskforceservice.it e scopri tutte le attività per sentirti più sicuro.

Post recenti
Contattaci

Saremo felici di risponderti

tecniche di effrazionetelecamere di sicurezza

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi